venerdì 7 giugno 2024

Vino (428) : CAELES VIOGNIER 2022 FIRRIATO

Cantina : Firriato s.r.l. - Paceco TP
Denominazione : IGT Terre Siciliane
Vitigno : Viognier 100% 
Alcol: 13,0 % Vol.
Note: Vino Biologico


Nella mia lezione sulla Francia in ambito AIS, parlando dei vini del Rodano, proiettavo questa diapositiva:



Viognier, vini da bere giovani, già di buona morbidezza, con giusto tasso alcolico e, fondamentale, di buona freschezza. 
Il nostro di oggi è prodotto in Sicilia, non proprio vicino alla Valle del Rodano, ma come tutti i grandi vitigni non si snatura con il "terroir", rimanendo "se stesso" anche con climi completamente diversi. 





Vinificato in vasche di acciaio, matura sulle fecce per almeno tre mesi subendo anche opportune "agitazioni". Prima della messa in commercio "riposa" almeno altri tre mesi in bottiglia, ne esce un vino di un bel giallo paglierino carico, al naso la frutta gialla la fa da padrona, come il cugino francese, perdendo però di fatto il sottile floreale tipico del Rodano: ovviamente le temperature della Sicilia giocano in questo un ruolo fondamentale. In bocca come detto, fresco, fruttato, di buona struttura, diciamo un "Gewurztraminer leggero" se il termine è permesso; diversamente mi scuso !! Chiude con buona e persistente sapidità.






Per me grande con i crudi di mare oramai "à la page" in ogni occasione. Per Noi "meschini" solo APE ma l'occasione per un vino importante non è stata persa: ci rifaremo !!






28 Maggio 2024, Osteria "Ai Trani" in Rovigo, con Fabrizio C e Luca DB.

giovedì 23 maggio 2024

Vino (427) : 'KRASNO' ORANGE KLET BRDA 2020

Cantina : Klet Brda - Dobrovo v Brdih, Slovenia 
Denominazione : Brda (Slovenia)
Vitigni : Ribolla, Malvasia, Sauvignonasse
Alcol: 13,0% Vol.
Note: Sauvignonasse anche (Tocai) Friulano o Sauvignon Vert.






E' chiaro che un vino ottenuto con un blend di uve bianche sia rappresentativo di un territorio, particolarmente quando si tratti di vitigni che sono l'anima delle stesso; il Collio Sloveno, Brda dunque, è da sempre noto per i vitigni bianchi tra cui appunto spiccano la Ribolla, la Malvasia ed il meglio identificato Friulano !! Per renderlo particolare inoltre, in lavorazione, il nostro subisce una macerazione sulle bucce che lo rende di un bel colore ramato. Si diceva del territorio vocato per le uve bianche da vigne tutte dai 20 ai 30 anni con esposizione a sud, situate in terrazzamenti a circa 200 m dal livello del mare. La Ribolla fermenta appunto sulle bucce per 12 mesi in legno, mentre il Sauvignonasse e la Malvasia per un mese in vasche d’acciaio inox. Ne esce un vino, affinato ulteriormente in bottiglia, con ricchezza aromatica non indifferente su sensazioni di frutta matura pera e mela in primis. 





In bocca la macerazione è portatrice di una chiara e percettibile "personalità" non usuale; una certa pienezza dunque è data da sensazioni intense e mature dove il fruttato assume la particolarità della scorza di agrumi, che si fonde con tannini morbidi ed una sapida mineralità finale, lunga e persistente. 



Abbinamento: e qui Ti voglio!! Ho rotto tutti gli schemi, sono andato nel locale di mia primaria preferenza, da Pinos' a Vangadizza, alle porte di Legango, ed ho proposto 'Krasno Orange' con un antipasto atipico, fuori dagli schemi. Un cucchiaio di Trippe, uno di Baccalà ed uno di Lumache con una mezza fetta di polenta. Io, e chi c'era, non lo scorderemo sicuramente!! 




16 Settembre 2023, da Pinos' a Vangadizza VR, con Moreno B. Paolo C. Guido C. e Michele S.

sabato 11 maggio 2024

Vino (426) : ROSATO GARRULO SUI LIEVITI 2021

Cantina : Az. Agr. Cardin Elena - Arquà Petrarca PD
Denominazione : IGT Veneto Rosato Frizzante
Vitigno : Pinot Nero 100% 
Alcol: 13,0 % Vol.
Note: Cantina "Terra Felice".





Da una macerazione breve sulle bucce (Una Notte !!) e da successiva sgrondatura, nasce questo Rosato, da Pinot Neri della zona di Arquà Petrarca, classssico color Buccia di Cipolla e bollicina leggera, cremosa, su toni "morbidi". Presenza di lieviti in bottiglia tanto che è buona norma rovesciare e scuotere leggermente la bottiglia prima del servizio, si ottiene, dopo questa operazione, un calice di giusta torbidità, piacevole, accattivante. Al naso si trovano delicati frutti rossi, mi sembra che cassis e mirtillo la facciano da padroni, sorretti da una certa "freschezza" percettibile anche al naso. Ovviamente fresco in bocca, sensazione che si sposa a meraviglia con le sottili bollicine che lo portano "a molteplici abbinamenti", un vero Jolly. Delicato finale su toni fresco-fruttati e percettibile mineralità.







Noi nell'occasione abbiamo fatto "l'aperitivo" con i soliti snack; vi garantisco io l'ho provato sulla pizza ed il risultato è stato decisamente interessante anche con diverse tipologie di quest'ultima. Ricordo inoltre un bellissimo abbinamento con "baccalà fritto del venerdì" a Rovigo, in Piazza Roma: una goduria !! 






05 Aprile 2024, Enoteca Sur Lie a Rovigo, con Angelo B. e Pietro C.





venerdì 12 aprile 2024

Vino (425) : CHAMPAGNE BRUT RÉSERVE "LES FACETTES" PREMIER CRU

Domaine : Champagne Herbert Beaufort - Bouzy
Appellation : AOC Champagne Brut Réserve 
Cépages : 70% Pinot Noir – 30% Chardonnay 
Alcol: 12,0 % Vol
Note: NM – Négociant Manipulant






Champagne "base" proveniente dlla zona denominata Montagne de Reims, zona normalmente nota per Champagne da Pinot Noir. La maison Beaufort è proprietaria di vigneti Premier Cru in diversi paesi della zona, nello specifico il nostro contiene un 70% di Pinot Noir proveniente da Bouzy ed un 30% di Chardonnay dalla zona di Tour Sur Marne. Suoli vocati per lo Champagne con Gesso nel sottosuolo ed Argilla e Torbe più in superficie, 36 mesi sui lieviti, ne esce un prodotto interessante e dal giusto prezzo. 






Uno Champagne "da aperitivo", buon perlage, al naso frutta gialla, sfumata frutta secca, con un finale che richiama la fermentazione e la crosta di pane. In bocca il Pinot Noir si sente tutto con gusto intenso, caratteristico. Fresco, cremoso e minerale porta ad un discreto finale su note fruttate. Noi lo abbiamo degustato come "aperitivo" con crostini ed altre piccole "sciocchezze"; lo aspetto ad una prova più impegnativa con i classici "crostacei alla griglia" dove, forse non per tutto merito proprio, potrà dare il massimo !!! 







18 Luglio 2023, Enoteca Sur Lie in Rovigo,con Angelo B. e Pietro C.

venerdì 5 aprile 2024

Vino (424) - KRASNO PINOT NERO GORIŠKA BRDA 2019

Azienda: Klet Brda - Dobrovo v Brdih, Slovenia
Denominazione: Brda (Slovenia) 
Vitigno : Pinot Noir 100%
Gradazione : 13,0 %Vol





Gorišca Brda, risposta slovena al Collio Goriziano, è come noto terra di grandi bianchi, non privandoci comunque di rossi estremamente fini ed eleganti, fra tutti ovviamente il Pinot Nero. Vini "fruttati e floreali" ma più famosi per una connotazione minerale tipica del terroir. Nel caso specifico la più grande Cantina della zona, Klet Brda, riceve uve essenzialmente da piccoli produttori, nello specifico il Pinot Nero proviene da viti con più di 20 anni, piantate su terrazzamenti sui 200 m di altezza e con esposizione particolarmente solleggiata, rivolta a sud ovest e sud est. Risulta chiaro che, di norma, abbiamo a che fare con uve a perfetto grado di maturazione e che quindi permettono, assieme ovviamente al terroir, di ottenere vini di sicuro spessore.






Rosso rubino intenso, ancor privo di riflessi particolari, decisamente consistente. Un naso inizialmente un pò chiuso, diversamente in evoluzione porta a importanti note sia di frutti rossi di bosco che di note speziate. Ulteriore evoluzione "smorza gli spigoli" sino a dolci sensazioni di confettura e cioccolato. In bocca buona corrispondenza di quanto percepito al naso; in particolare le note di frutta matura bene si integrano con i morbidi tannini, il corpo è pieno e il finale lungo e caldo. 





Dopo la degustazione ho abbinato questo vino ad un piatto di formaggi; un Dolce di Capra semistagionato ed ancora morbido. Un vaccino veneto affinato nel Mosto di Cabernet e Merlot, di media consistenza. Il classico Puzzone di Moena, perla delle Dolomiti “stagionato 300 giorni” ed un magico Alta Badia, latte di mucca di lungo affinamento, un meraviglioso "liscio e fondente". Grandi formaggi per un grande vino, che ne ha accompagnato l'evolversi degustativo, nel rispetto delle crescenti note organolettiche. Bella, ma bella degustazione !!




25 Novembre 2023, Rovigo via X Luglio, in famiglia !!

lunedì 25 marzo 2024

Vino (423) : ENDRIZZI BRUT 2019

Cantina : Endrizzi s.r.l. - Loc. Masetto, S. Michele all’Adige TN
Denominazione : Trento DOC Metodo Classico 
Cépages : Chardonnay 100%
Alcol: 12,5 % Vol.
Note: Blanc de Blancs






Un Metodo Classico che deriva da uve coltivate in vari appezzamenti, disposti su terrazzi a diverse altitudini, in zona collinare e di montagna. E' uno Chardonnay in purezza quindi per dirla alla francese un "Blanc de Blancs" una tipologia di grande freschezza, di grande persistenza in bocca, e di buona morbidezza. Tale descrizione si associa classicamente agli Champagne Blanc de Blancs, ma dobbiamo dire che anche il nostro non si discosta molto. Ma andiamo un pò con ordine, alla vista bollicine fini e persistenti, un bel giallo con riflessi verdolini in una veste complessiva "accattivante". Al naso sensazioni sfumate, ma riconoscibili di banana, acacia, mela e crosta di pane, quest'ultima dovuta, ovviamente, alla rifermentazione in bottiglia. In bocca appunto fresco, cremoso e di buon corpo; buona la persistenza finale su note fruttate di banana e pompelmo.





Per sua natura un ottimo aperitivo che si apprezza meglio senza abbinamneti "impegnativi". Due salatini centrati, una pizzetta ed ecco un "APE ore 19,00" gustato al meglio. E' chiaro che "bollicine e morbidezza" fra le altre cose, trovano, ad esempio, un abbinamento ottimale, con un pesce "importante" alla griglia; lo proveremo ..... !! 






08 Luglio 2023, "Osteria Ai Trani" a Rovigo, con Fabrizio C. e Luca DB.

mercoledì 20 marzo 2024

Vino (422) : DEGUSTAZIONE BIANCHI DEL RODANO 19.03.2024

Con i SENZAGIACCA GV1B, ho Ideato e condotto, nella rinnomata cornice dei Trani - Osteria Burgheria Cocktail, in Rovigo, questa degustazione denominata "SU E GIÙ, SU E GIÙ ..... PER IL RODANO!!". Con me gli amici Michele S. Andrea P.  Paolo C. Moreno B. Guido C. Giorgio B. e Roby F.



Per i vini sono state scelte quattro zone fra le più "importanti" che sono:
Denominazione: Châteauneuf-du-Pape AOC
Denominazione: Condrieu AOC
Denominazione: Hermitage AOC
Denominazione: Muscat de Beaumes de Venise







Denominazione: Châteauneuf-du-Pape AOC
Chateauneuf du Pape Blanc Eric Texier 2017
Vitigni (50anni): Bourboulenc 50%, Clairette 50% - Gradazione alcolica: 13.5 %
Vinificazione: Pressatura pneumatica, decantazione naturale a freddo. Fermentazione spontanea in barrique. Malolattica svolta. Nessuna chiarifica e filtrazione. Leggere addizione di solforosa. Affinamento: 18 mesi in barrique sui lieviti.
Vista: Giallo Dorato pallido
Naso: Intenso, Caprifoglio, “mazzo di fiori”, Minerale, Frutta bianca
Bocca: Opulenza, Rimandi al miele, Abbastanza fresco, Equilibrato


Denominazione: Châteauneuf-du-Pape AOC
Domaine Saint-Préfert, Familie Isabel Ferrando 2021
Vitigni (Vecchie viti): Roussane 40%, Clairette 60% - Gradazione alcolica: 13.5 %
Vinificazione: Stile produttivo con rigore le regole dell’agricoltura biologica e biodinamica. Affinamento: 14 mesi in barrique nuove sui lieviti.
Vista: Giallo Dorato
Naso: Si alternano sentori di pera, ananas e frutto della passione e note di verbena e finocchio selvatico
Bocca: fresco e di gradevole sapidità; nel finale emergono, poi, anche toni speziati. 


Denominazione: Condrieu AOC
Condrieu "La Combe de Malleval" 2021 Domaine Stéphane Ogier
Vitigni (Cru - La Combe de Malleval ): Viognier 100% - Gradazione alcolica: 13.5 %
Vinificazione: Vendemmia manuale viene fermentato in botti grandi con lieviti autoctoni
Affinamento: 10 mesi in barrique nuove sui lieviti.
Vista: Giallo vivido intenso
Naso: profondo e suadente, melone e aromi floreali, non manca una sfumatura minerale ad aumentare la vivacità.
Bocca: Complesso e raffinato - ricordi di pesca, albicocca e melone freschezza e sapidità
Finale con note di viola e miele, insieme a un tocco di anice. Chiude morbido e molto lungo seducente nota floreale.   




Denominazione: Condrieu AOC
Condrieu 'La Doriane' Guigal 2020
Vitigni ( Insieme di particelle crus): Viognier 100% - Gradazione alcolica: 14.5 %
Vinificazione: Vendemmia manuale viene fermentato in botti di rovere dove svolge la malolattica
Affinamento: 8 mesi in barrique nuove sui lieviti.
Vista: Colore luminoso e brillante, che richiama la tonalità del giallo oro.
Naso: Al naso note intense, che riportano ai fiori e alla frutta, evidenziando una particolare verve aromatica e rimandi terziari sul finale dell’analisi olfattiva.
Bocca: al palato è di corpo medio, con un sorso incisivo ed espressivo, che si muove con una beva fresca e rotonda. 


Denominazione: Hermitage AOC
Hermitage Blanc "Chante-Aloutte" 2020 - M. Chapoutier
Vitigni: (Alta quota): Marsanne 100% - Suolo: Loess e Granito - Gradazione alcolica: 14.5 %
Vinificazione: Vendemmia manuale fermentazione con bâtonnage avviene parte in acciaio e parte in piccole botti di legno. Affinamento: Il vino matura per il 30-40% in tini di acciaio inox e per la restante parte in botti da 600 litri (di cui il 10% nuove). 
Vista: Giallo dorato con sfumature verdognole
Naso: spiccano profumi prevalentemente dolci e complessi, con note di mela cotogna, miele, agrumi canditi, zenzero, mandorla fresca, mallo di noce e fiori bianchi. 
Bocca: Al palato si presenta morbido, sapido e coerente con l’olfatto, offrendo un sorso molto elegante e armonioso dal finale ammandorlato.


Denominazione: Hermitage AOC
Ermitage Blanc 'De l'Orée' Michel Chapoutier 2019
Vitigni: ( 60-70 anni): Marsanne 100% - Suolo: Depositi alluvionali origine glaciale - Gradazione alcolica: 13.5 %
Vinificazione: Vendemmia manuale pressatura soffice. Metà della massa è posta a fermentare in botti di rovere da 600 litri, con periodici batonnage, mentre la restante parte è vinificata in vasche di acciaio inox. Affinamento: 10-12 mesi in botti di rovere (50%) e acciaio (50%).
Vista: Veste giallo dorato carico con riflessi oro-verde
Naso: Profondo, intenso e deciso il contesto aromatico nei suoi profumi di frutta a polpa gialla matura, scorza di limone, frutta esotica e caramello, impreziositi da sensazioni floreali di acacia e biancospino e da vividi sbuffi minerali. 
Bocca: si presenta morbido, sapido e coerente con l’olfatto, offrendo un sorso molto elegante e armonioso dal finale ammandorlato.


Denominazione: Muscat de Beaumes de Venise
Muscat de Beaumes de Venise 2021 - Xavier Vignon
Vitigni: ( Crus): Moscato 100% - Gradazione alcolica: 15,0 %
Vinificazione: Tradizionale per VDN. Fermentazione bloccata a 5° con distillato d’uva. Alcol ≥ 15°  -  Zuccheri ≥ 110 g/l. Affinamento: 6 mesi in bottiglia.
Vista: Giallo dorato pallido
Naso: Intensi aromi floreali di moscato che si mescolano con note fragranti di litchi, mango, pera e mandorle.
Bocca: corposo ma vivace. Il finale persistente è ben equilibrato e piacevolmente fresco.



I piatti di abbinamento con i vini degustati derivano da mie ricette già proposte in varie manifestazioni; il numero che precede il piatto è relativo al numero della ricetta sul mio Blog "Cucina".






16. INSALATA DI FARRO E MAZZANCOLLE
    Châteauneuf-du-Pape AOC
    Chateauneuf du Pape Blanc Eric Texier 2017
    Domaine Saint-Préfert, Familie Isabel Ferrando 2021


54. SPAGHETTI LUCIOPERCA E POMODORO SU RISTRETTO DI LARDO E PARMIGIANO
    Condrieu AOC
    Condrieu "La Combe de Malleval" 2021 Domaine Stéphane Ogier
    Condrieu 'La Doriane' Guigal 2020
 

25. POLPETTE DI COZZE, CEFALO E DENTICE - CAGLIATA ALL’ERBA CIPOLLINA -  SPINACI UVETTA E PINOLI
    Hermitage AOC
    Hermitage Blanc "Chante-Aloutte" 2020 - M. Chapoutier
    Ermitage Blanc 'De l'Orée' Michel Chapoutier 2019


57. POLENTA DOLCE CON FINTI POMODORO E FORMAGGIO
    Muscat de Beaumes de Venise
    Muscat de Beaumes de Venise 2021 - Xavier Vignon



I SenzaGiacca GV1B della serata !!